Le classi 3°H, 3°I e 2°B dei Licei “Giovanni da San Giovanni” hanno partecipato il 15 maggio 2021, al primo convegno della rete di Service learningTenuta Futura” dal titolo “Apprendimento-servizio. Dal dire al fare, sapere e sentire”. 

Dopo i saluti istituzionali del MIUR Toscana, di Proteo fare Sapere e dell’assessore Alessandra Nardini, i partecipanti si sono divisi in tre sessioni parallele a confronto, quella degli studenti, dei docenti e quella degli enti locali e le associazioni. I tavoli hanno messo in luce le grandi opportunità che questo nuovo paradigma educativo del service learning può offrire all’apprendimento e alla comunità. 

Gli studenti dei Licei “Giovanni da San Giovanni” hanno avuto la possibilità di presentare ai colleghi provenienti da altre scuole della Toscana il loro progetto di service learning. Un progetto nato dai loro bisogni e dalle loro riflessioni dal titolo “Lavoro e ambiente sostenibile in un prossimo futuro”. Ancora in costruzione è l’e-book che conterrà le informazioni necessarie per far conoscere,  in particolare ai giovani,  le caratteristiche del lavoro legato alle problematiche dell’ambiente in Valdarno.

Interessante è stata la disponibilità della Regione Toscana, rappresentata dall’assessore alla legalità Stefano Ciuoffo a favorire i progetti di service learning e particolarmente formativi sono stati i contributi della professoressa Giannella Canavessa della rete Clayss che insegna in un liceo dell’Uruguay dove il service learning è strutturalmente già presente nel   curriculo delle discipline. Dalla Spagna è intervenuta dott.ssa Brenda Bâr ricercatrice all’università di Barcellona, la quale ha sottolineato l’importanza di diffondere la conoscenza del service learning, di istituzionalizzarlo, come già avviene in Catalogna, infine  i costruire  una  rete, fondamento indispensabile per il servizio  ai singoli e alla comunità.