Martedì 8 giugno nell’Aula Magna dei Licei Giovanni da San Giovanni è stata premiata la classe 2°BS del Liceo Scientifico Internazionale Cambridge STEM focused che ha vinto il primo premio del concorso A caccia di rifiuti, progetto promosso interamente online dal portale di informazione web Valdarno 24 e dalla Centro Servizi Ambiente Impianti.

Il professor Giuseppe Tassinari dei Licei Giovanni da san Giovanni ha sensibilizzato gli studenti al tema dei rifiuti, al loro utilizzo, al loro smaltimento, al loro riciclo. L’obiettivo è stato infatti quello di far conoscere ai ragazzi non solo come nasce un rifiuto, ma anche come deve essere smaltito e trattato, facendo apprendere loro tutte le varie fasi di lavorazione. Tra le 17 classi coinvolte delle scuole superiori, per i Licei Giovanni da San Giovanni hanno partecipato la 2°AS, la 2°BS, la 3°B, la 3°F e la 3°M e sono ben due classi che sono salite sul podio, insieme alla classe 2°BS del Liceo Scientifico Internazionale Cambridge Stem focused, che è arrivata prima, ha conquistato il terzo posto anche la 3°F del Liceo Linguistico.

Con la partecipazione e la vittoria a questo concorso per la sensibilizzazione sul tema dello smaltimento dei rifiuti, Licei sono perfettamente in linea con quanto affermato dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che ha recentemente lanciato il piano RiGenerazione Scuola, ovvero una scuola centro e protagonista di uno sviluppo futuro sostenibile, che insegna e apprende che si può abitare il mondo in un modo nuovo, non compromettendo la vita delle generazioni future.

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Lucia Bacci, si è complimentata con la classe vincitrice ed ha sottolineato l’importanza di costruire una scuola green, una scuola attenta alle problematiche ambientali e a tutte le tematiche che riguardano l’inquinamento dai rifiuti alla raccolta differenziata, dal riuso ed allo smaltimento attraverso il riciclo come promosso dall’agenda 2030.
Le studentesse e gli studenti sono stati dunque premiati dalla Dirigente ed hanno ricevuto un dono da Marco Corsi di Valdarno24 e dal dottor Ferretti di CSAI.