Il nuovo scenario emergenziale delineato dall’ultima ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 19 del 13.03.2021 che dispone la zona rossa per tutti i comuni della Provincia di Arezzo, interessa tutta la nostra comunità scolastica e, a tale proposito, sono a precisare quanto segue:VISTO il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato in Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 52 del 2/03/2021 in vigore dal 6 marzo 2021 al 6 aprile 2021 che all’art. 43 “Istituzioni scolastiche”, recita che “le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso dei laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali […] garantendo comunque il collegamento online con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata”;

VISTA la nota del MI n. 662 del 12.03.2021 secondo cui le Istituzioni scolastiche sono chiamate a contemperare le esigenze formative dell’alunno declinate nello specifico percorso educativo individualizzato o nel percorso didattico personalizzato con le fondamentali misure di sicurezza richieste dal citato DPCM a tutela del diritto alla salute;

VISTA l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 19 del 13/3/2021;

TENUTO CONTO della difficoltà di attivare, immediatamente a partire da lunedì 15.3.2021, l’attività didattica in presenza nelle zone rosse per gli studenti diversamente abili e per gli studenti con bisogni educativi speciali insieme a piccoli gruppi di studenti della classe, IL TUTTO SUBORDINATO ALLA LIBERA VOLONTÀ DELLE FAMIGLIE;

TENUTO CONTO dell’obbligo delle Istituzioni scolastiche di effettuare delicate valutazioni nell’arco di tempi troppo stretti;

VISTA la necessità, demandata all’autonomia scolastica, di contemperare materie attinenti alla salute collettiva, che esulano dalle competenze della singola istituzione scolastica, con la delicata questione che investe l’inclusione scolastica;

LA DIRIGENTE SCOLASTICA

dispone, al fine di avere il tempo per organizzare quanto previsto dalla nota MI n. 662 del 13.03.2021, che lunedì 15.03.2021 tutti gli studenti faranno lezione a distanza.

Una volta appurato il numero esatto, eventualmente in presenza, degli alunni DVA, degli alunni con BES e dei piccoli gruppi di alunni delle classi, PRESENZA SUBORDINATA ALLA LIBERA SCELTA DELLE FAMIGLIE INTERESSATE, la Dirigente Scolastica organizzerà l’attività didattica ponderando adeguatamente da un lato la tutela dell’inclusione scolastica e dall’altro la tutela della salute collettiva.

Sarà cura della Dirigente Scolastica inviare tempestivamente, con successiva comunicazione, quanto verrà predisposto. Fino ad allora, l’attività didattica sarà svolta a distanza.

La Dirigente Scolastica

Prof.ssa Lucia Bacci