Uomo ed esistenza: il riflesso dell’essere nell’emiciclo della vita

Per l’uomo il teatro dell’esistenza

è ben l’emiciclo della nostra vita:

su diametro di semicirconferenza

è ben la scena della realtà elargita

riflesso dell’essere nella essenza:

la datità reale è da noi percepita

rettamente in puntuale insistenza

da angolare circonferenza definita:

nella continua circolare percorrenza

è la oggettività innata ed acquisita.