Uomo ed esistenza: la eco dell’essere tra fede e sapere

Secondo la materiale e processuale spaziale e temporale continuità

la umana indipendente e coerente vitale percettiva sensibile datità

in armonia nella nostra esistenza la eco dell’essere all’uomo porterà:

di sfera d’essere in esterna o interna continua oggettiva superficialità

superata la individuale soggettività l’uomo spererà in assoluta verità

e tra religione e scienza ben si proietterà alla domanda sulla vera realtà:

nell’opaco guscio la religione al riflesso sentito per fede ben crederà

ma per sapere la scienza con ragione la sfera universale agitare vorrà.