Ragione, verità e storia: convergenza sull’oggettività e antirelativismo

Nella propria filosofica radicalità il problema della verità

umanamente da noi equilibratamente considerato sarà

se della umana esperienza si riconoscerà la razionalità:

la storicità della ragione non ci precluderà l’oggettività

e l’intuizione etica ed estetica all’essenza non ci porterà:

di concetti e linguaggio guardando alla intrascendibilità

alla intuizione si attribuirà la sola razionale esprimibilità:

la convergenza della razionale storica verità nell’oggettività

né esperienze né strumenti conoscitivi in noi privilegerà:

se l’intuizione si assolutizzerà e la ragione relativa si vedrà

la questione sarà se il preteso assoluto il relativismo bilancerà

o se dal relativismo all’irrazionalismo invece si approderà.