L’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza ogni anno le Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è promossa dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione. Inoltre è presente la sponsorizzazione della prestigiosa Università Humanitas University , la quale offrirà una borsa di studio consistente nell’esonero totale o parziale della retta prevista per la frequenza ai corsi universitari di Medicina tenuti in lingua inglese per lo studente meglio classificato nella gara nazionale del triennio sezione Biologia.

L’evento è conosciuto ed apprezzato, infatti lo scorso anno si è registrata la partecipazione di circa 400 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

La gara di quest’anno prevede due distinte categorie: biennio e triennio. La categoria triennio prevede poi due diverse sezioni: Biologia e Scienze della Terra.

Due Studenti della nostra scuola, Cristian Babi (2°BS) e Matteo Vitali (2°AS), dopo aver partecipato alla prova regionale delle Olimpiadi di scienze naturali che si è svolta lo scorso 24 marzo, si sono qualificati al 3° e 5° posto in Toscana e sono stati ammessi alla prova nazionale per la categoria biennio che si svolgerà il giorno 7 maggio 2022.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

  • fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;
  • realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;
  • individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le Scienze Naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;
  • confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;
  • avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli eventuali
  • aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.